100 ricordi di Me

La rivoluzione di un tuo abbraccio
un tuffo in piscina le tue labbra
il profumo della tua pelle nel cappuccino,
ti guardo senza pensare più
al tempo alle persone alle distanze
alle terzine in cerca di rima.
Inclino la testa fingendo di riflettere
e fletto all’indietro simulando un dolore
che è solo voglia del tuo corpo
che non è mio
che lo sarà la prossima notte
quando sarai distante.

(Mass)

Leave a Reply

Lascia un commento